Escursioni

Escursioni organizzate da una guida turistica della provincia di Grosseto.

MASSA MARITTIMA

Massa Marittima città ricca di storia sulle colline Metallifere che domina l’area mineraria e la costa degli Etruschi.

La sua storia affonda le radici nel periodo etrusco, ma il periodo di massima espansione è in età Medievale, momento in cui vengono costruiti i maggiori edifici della città. Camminando per le sue strette viuzze è possibile ammirare la città con le sue imponenti mura difensive e salendo sulla Torre del Candeliere si ha una visione a 360°dal Golfo di Follonica e l Arcipelago tostano alle boscose colline Metallifere.

Durante la visita è possibile ammirare la veste di San Bernardino da Siena, il Duomo, la piazza sito Unesco e finire davanti all’affresco delle Fonti dell’Abbondanza, che per il suo soggetto strapperà un sorriso al visitatore.

Durata della visita: 1,5h – 2h

Partenza della visita: ore 17,00 da Piazza Duomo a Massa Mma.

ROSELLE

Roselle importante città di epoca etrusco-romana nata su due colline che dominavano il vecchio e perduto lago Prile.

L’abitato era cosi popoloso da avere un Anfiteatro, un mini Colosseo dove si scontravano i gladiatori e dove venivano fatti esibire animali tipici della fauna locale.

La città era stata costruita come una piccola Roma, con un foro, le terme, la basilica e grandi ville porticate che si affacciavano su viste mozzafiato.

Durata della visita: 2h – 2,5 h

Partenza della visita: ore 16,00 dalla biglietteria del sito archeologico

CASTIGLIONE della PESCAIA e DIACCIA BOTRONA al calar del sole

La nostra visita inizierà nel tardo pomeriggio entrando da Casa Ximenes o Casa Rossa per ammirare la fauna e la flora presente nello specchio d’acqua palustre chiamato Diaccia-Botrona.

La bellissima struttura di colore rosso che funzione da varco di ingresso è un’importante opere di ingegneria idraulica progettata e realizzata dal gesuita Ximenes sotto i Medici per debellare la malaria all’interno del vecchio lago Prile. Il nome Diaccia-Btrona deriva dal nome dei due bacini di bonifica fatti per asciugare il lago. In questo luogo è possibile vedere i fenicotteri rosa, i cormorani e tantissimi altri tipi di uccelli.

Dopo la visita alla “palude” ci sposteremo nell’abitato di Castiglione della Pescaia che affonda le sue origini in epoca etrusca. Esso sorge sul punto di accesso che metteva il comunicazione il mar Tirreno con l importante lago Prile, dove le città di Roselle e Vetulonia avevano il proprio porto. Saliremo lungo le strette vie che portano al castello e visiteremo la piccola chiesa per poi godere di un bellissimo tramonto sul mare

Durata visita: circa 2,5 h

 
 

Web by Datacom

Hide